Parco Sub Acquatico

Architectis

Progettazione  Engineering  Servizi alle Imprese

Parco Sub-Acquatico Animato


  1. Premessa
  2. Analisi economica
  3. L’idea
  4. Attività previste
  5. Organizzando eventi sportivi di alto profilo
  6. Cosa cerchiamo
  7. Accesso all’impianto


Premessa

Per conto di un importante gruppo finanziario, la nostra società sta presentando, agli organi istituzionali responsabili,  una proposta progettuale finalizzata alla realizzazione di un parcheggio a raso in prossimità di una struttura ospedaliera all’interno di un parco protetto. Nell’area, di circa 36 ettari, è prevista la copertura di un parcheggio da 6.000 posti auto realizzata mediante pannelli fotovoltaici con potenza di circa 10 MW. Come mitigazione ambientale si sta proponendo una piscina naturale a fruizione pubblica (piscina senza cloro).


Analisi economica

Nell'analisi del progetto è emerso la difficoltà di rendere economicamente possibile la proposta, considerando che una piscina naturale avrebbe una fruizione essenzialmente estiva. Con introiti sicuramente insufficienti a coprire i costi di investimento (anche se compresi negli accordi con l’ente parco)

Si è cercato così un utilizzo alternativo alla mera balneazione che possa riequilibrare i valori in gioco.

Ci è venuto in mente che l'utilizzo, di parte della struttura di balneazione, ad attività subacquee potrebbe garantire l'utenza per tutto l'anno.

Utenza che si esprimerebbe sia in modalità didattica, sportiva che ludica, con buone prospettive di ritorni economici da parte dei soggetti partecipanti.


L’idea

Il parco è pensato come un insieme di “bacini” artificiali eseguiti mediante la formazione di terrapieni su cui si posa un manto impermeabile. Solo la parte profonda (-15 ml.) viene scavata ed il terreno utilizzato per la formazione dei bacini. I bacini formano un “percorso” che permette la depurazione delle acque mediante passaggi da filtri inerto-vegetali.

L’area è divisa in “zone” funzionali che si intersecano fra loro collegate da percorsi “a tema”.

Nei terrapieni sono posizionati i servizi logistici (Pronto soccorso, bar, ristorazione, magazzini ecc.) che risultano inseriti nel territorio senza impatti visivi.

Strutture galleggianti mobili, collegate da pontili, saranno adibite alle varie attività previste dal  Parco.


Logistica

Attività di balneazione antropica

Attività di balneazione con animali

Attività subacquea


Logistica

  • Entrata con biglietto e pass  con accesso  24/24 per molte aree tematiche
  • Non sono previsti l’utilizzo di cuffie o occhialini.
  • Parcheggio (sino a 6.000 posti auto nei festivi) con collegamento alla rete dei trasporti pubblici.
  • Percorso ciclabile interno (le bici sono al seguito)
  • Ristorazione e Bar con la possibilità di area danzante. La ristorazione deve essere a tema (anche più di una)
  • Area picnic sotto vegetazione
  • Pronto soccorso con camera iperbarica e presidio medico
  • Pronto soccorso veterinario (anche per fauna libera)
  • Eliporto per pronto soccorso
  • Area macchine (pompe depurazione ecc.) con centro di ricarica bombole e officina di manuenzione
  • Area orti (in fase di definizione per le modalità, si dovrebbe incentivare gli orti a umido che funzionerebbero come depuratore), dovrebbe gestire la crescita dei vegetali della fitodepurazione
  • Area Umida (l’area della fitodepurazione) con gestione delle risorse silvo-orto culturali e faunistiche dotata di percorsi di osservazione e capanni, ciclabile


Attività di balneazione antropica

  • Spiaggia in sabbia grossolana, su un fondale da -1.2 ml. Per un’utenza di 2/3 mila persone giorno.
  • Spiaggia bimbi in area protetta e coperta (anti-insolazioni)
  • Area profonda da -3 ml. Con “isola” galleggiante per tuffi e scivoli d’acqua con servizio di salvamento.
  • Isole verdi per “percorsi meditativi”
  • Area “idromassaggio” e salutistica, con cascate a caduta, vasche calde e fredde. Si è pensato di inserire l’area all’interno di grotte artificiali (che in profondità serviranno per l’area speleo-sub)
  • Area “roccia”, un percorso di arrampicata anche “umida” eseguita all’ esterno del gruppo grotte sopra descritto.
  • Area tuffi (per esperti), si utilizzerebbe un costone delle grotte sopra descritte
  • Area ludica “percorso natura” con teleferiche ponti di corda ecc.. L’idea è quello di un percorso “umido” da effettuare in un determinato tempo. Bisogna prevedere livelli  di difficoltà “diversi”
  • Area Nuoto Piscina, realizzato con un pontile continuo rettangolare  (50 ml.x25ml.)galleggiante che simula una piscina olimpica, compreso di boe di percorso. Si possono organizzare eventi agonistici.
  • Area Nuoto in Corrente (in fase di sviluppo), si dovrebbe utilizzare il rientro dell’acqua depurata che dovrebbe avere una certa corrente.
  • Le sponde sono in erba (inglese)


Attività di balneazione con animali (essenzialmente cani)

  • Spiaggia in sabbia grossolana, su un fondale da -1.2 ml. Per un’utenza di 2/3 cani-persona  giorno, sarà recintata ed isolata mediante recinzione (compreso nell’acqua)
  • Ristorazione per cani (in fase di definizione)
  • Centro di addestramento cani da salvamento con area dedicata
  • Assistenza veterinaria


Attività subacquea

  • Area scuola-Sub
  • Area Addestramento
  • Area Ludica
  • Area commerciale


Area scuola-Sub

  • Si presenta come un’area con una serie di “livelli” di profondità diverse, corrispondenti ad attività specifiche. Si parte da -1.2 ml. Sino ad arrivare (zona profonda) a -15 ml.
  • E’ l’area più grande ed è accessibile solo a certe condizioni e autorizzazioni.
  • E’ prevista la dotazione di sub-aree tematiche per le varie attività sportive(come campo gare o campi addestrativi per le molteplici attività ora proposte dalle varie federazioni  -Hockey Subacqueo - Tiro al bersaglio -  Rugby sub - Immersione Apnea – Pesca in Apnea-
  • Avrà anche aree tematiche specifiche (Area Ludica) con simulazioni scenografiche a varie profondità.
  • Ogni scuola presente avrà il suo “clubs-boath” che sarà una struttura galleggiante mobile. Oltre che a immagazzinare le attrezzature e i servizi della scuole (e degli allievi) e avere le aule di istruzione sarà dotata di apertura sul pavimento, con un bansigo meccanizzato di immersione,  per accedere direttamente sull’area dello specchi d’acqua scelto per l’addestramento.
  • Essendo mobile tale struttura si potrà spostare su un’area specifica per un’ addestramento specifico (cambiando profondità o area di simulazione) sia di notte che di giorno in tutte le stagioni.
  • Attività didattica vista non solo come erogazione di corsi di formazione della disciplina subacquea in tutte le sue forme ma anche come centro di addestramento per speleo-sub o archeo-sub.
  • L’ area speleo-sub sarà inserita nelle grotte profonde collegate con l’area “roccia” superficiali, bisogna prevedere delle divisioni funzionali specifiche. E’ allo studio la possibilità di un’area “permanente” asciutta a -12 ml. (grotta immersa).
  • L’area archeo-sub sarà a tre profondità diverse con ruderi di diversa tipologia, atta ad un addestramento dei rilievi in varie condizioni (villa romana, villaggio paleolitico, navi lignee sepolte, ecc.)
  • Naturalmente ogni clubs-boath è dotato di spogliatoi e servizi dedicati e può essere utilizzato 24/24.
  • Le possibili dotazioni tecnologiche della clubs-boath andranno da una illuminazione sul fondo,  ad impianti di riscaldamento-raffrescamento.


Area Addestramento

  • Una piscina naturale di queste dimensioni è un’area ideale per addestrare i corpi di primo intervento.
  • SI prevede lo svolgimento di attività di addestramento sia per i vari corpi di intervento civile presenti sul territorio (protezione civile, VVF, Ecc.) che per le unità cinofile, anche con uso di natanti.
  • Tali attività si svolgeranno tra l’area eliporto e scuola-sub con una buona dotazione d’area a cielo aperto per il montaggio di logistica mobile (ospedali, tende, ecc)
  • Anche per queste attività sono previste delle clubs-boath simili alle scuole-sub.
  • Molti di questi gruppi di sommozzatori (esempio i VVF) devono avere un addestramento costante in determinate condizioni operative. Tali condizioni possono essere ricreate facilmente all’interno di codesta struttura (recupero automezzi, interventi su navi o avio-veicoli affondati, in case affondate) diminuendo notevolmente i costi di trasferta (al mare o  sui laghi) e i tempi di addestramento.


Area Ludica

  • Attività ludica come area profonda (ml.-15),  con aree di simulazione scenografica (nave affondata, aereo, grotte, ruderi ecc.)
  • Si potrà accedere a quest’area a certe condizioni e debitamente addestrati.
  • Si prevede la possibilità di noleggio di motori da immersione e/o minisommergibili
  • L’accesso verrà regolato mediante un protocollo da stipulare con le autorità competenti.


Area commerciale

  • In verità non è un’area specifica ma l’utilizzo di specifiche clubs-boath debitamente dedicate (in fase di definizione) presenti sull’area Sub.
  • Tali clubs-boath saranno “in uso” ad aziende produttrici del settore che li utilizzeranno come “campo prove materiali” dove poter promuovere i loro prodotti o fare ricerca sul campo.
  • Chiaramente le aziende potranno vendere o affittare direttamente la loro attrezzatura agli utenti che potranno paragonarne la tipologia in tempo reale.
  • Praticamente sarebbe una fiera campionaria “in situ” dove i clienti possono provare, paragonare, mettere a punto tutte le attrezzature possibili.


Organizzando eventi sportivi di alto profilo

  • Tutte le aree saranno realizzate con specifiche che ne permettono l’utilizzo agonistico.
  • Oltre al nuoto e ai tuffi, in tutti i loro aspetti, si potranno  esercitare  le attività sportive subacquee (Hockey Subacqueo - Tiro al bersaglio -  Rugby sub - Immersione Apnea – Pesca in Apnea) a qualunque livello..
  • Non di meno il stabilire nuove regole per attività ora non presenti (ricerca e soccorso, battaglie sub a squadre, labirinto, percorsi ad assetto variabile, moto-sub,  gare notturne ecc.)

 

Cosa cerchiamo

Scuole Sub, federazioni  e/o associazioni sportive interessate ad un’ eventuale acquisizione di aree a tematiche specifiche.


Tali aree di interesse verrebbero realizzate con morfologie e tipologie mirate all’attività finale.


Aziende del settore ( attrezzature, vestiario, hardware, ecc.) potrebbero presentare i loro prodotti dal “vivo”, con la possibilità da parte della clientela di testare in tempo reale le qualità del prodotto con possibilità di confronto diretto, e fornire alle attività didattiche ivi presenti un upgrade tecnico immediato da inserire in tempo reale nella didattica


Accesso all’impianto

Associazioni sportive, federazioni, scuole potranno utilizzare un impianto aperto 360 gg anno, sia di giorno che di notte, con la possibilità di utilizzare proprie strutture ad uso esclusivo (aule didattiche, magazzini, centro ricarica, spogliatoi, ecc.).

Si potranno simulare scenari subacquei  utilizzabili all’interno della propria didattica.